Come ballare l’hip hop

Non si balla l’hip hop in un giorno, e non leggendo un articolo. Vogliamo però fornire delle indicazioni per chi è interessato a questa disciplina che contrappone, all’eleganza e dolcezza della danza classica, energia pura a ritmo sfrenato.

Ballare hip hop: primi approcci

L’hip hop prevede numerosi stili che si raccolgono e mescolano in due correnti principali: la cosiddetta old school e la new school. La old school, legata alle prime generazioni, dà più risalto alla tecnica, alla difficoltà dei movimenti, la seconda, invece, all’espressività nella danza. I passi hip hop sono numerosissimi e caratterizzati da rimbalzi, contrazioni dei muscoli, movimenti a scatti, molleggiamenti.

Non sarà sufficiente indossare un cappello, o dei pantaloni larghi, o una collana vistosa, tipici dell’abbigliamento hip hop, per definirsi ballerini: per iniziare basterà dunque munirsi di capi abbastanza anonimi, purché comodi.

Si possono innanzitutto cominciare a seguire dei video online: il web è pieno di corsi e tutorial interessanti da cui prendere spunto. Video su YouTube possono dar modo di familiarizzare con l’hip hop e cominciare a provare a imitare i passi più comuni. Detto ciò, è evidente che chi vuole fare sul serio deve iscriversi a un corso.

Anche perché la caratteristica specifica dell’hip hop, e insieme il suo fascino, stanno nel free stile, cioè nel poter ballare improvvisando, ma questo può generare confusione. Ballare hip hop non significa eseguire movimenti a caso ma prevede passi ben precisi e un allenamento costante.

Ballare hip hop: allenamento in sala

Ogni insegnante organizza le lezioni a suo modo partendo ovviamente da tecniche di base e tenendo conto delle caratteristiche dei vari iscritti. Alcuni tra questi, ad esempio, possono partire avvantaggiati da una naturale propensione fisica, ma la costanza e l’impegno sanno premiare tutti i volenterosi. Così come non esistono persone stonate ma che avrebbero piuttosto bisogno di un’educazione musicale, così nessuno è “cronicamente ingessato” e con il giusto allenamento può fare progressi e arrivare a stupirsi compiendo quel piccolo miracolo che è l’abituare il corpo all’attività fisica e trasformarlo per mezzo di essa.

Compito di un buon istruttore è riuscire a contagiare tutti col suo entusiasmo. In ogni caso, l’entusiasmo scaturisce da sé all’interno di qualsiasi disciplina di gruppo.

Nel corso delle lezioni vengono svolti esercizi -non tutti strettamente legati al concetto di hip hop- che servono a sciogliere il corpo, a ben sviluppare i vari muscoli tra cui, in particolare, quelli delle mani, delle gambe e del cingolo scapolare, che saranno successivamente coinvolti in numerosi passi hip hop. Si fanno anche esercizi di stretching e pian piano si iniziano a imparare le varie tecniche specifiche, aggiungendo col tempo i passaggi più complicati.

Altra cosa fondamentale su cui si lavora sodo è il ritmo: una coreografia hip hop, infatti, non segue tanto la melodia del brano di sottofondo quanto il suo ritmo. Ogni esercizio viene prima provato lentamente, poi aumentando di velocità e comunque ripetuto decine di volte.

Un ballerino hip hop deve essere morbido, non trasmettere tensione, permettere al corpo di essere impegnato e rilassato a un tempo per esprimersi al massimo, con precisione ma naturalezza, e riuscendo a saper muovere le varie parti del corpo in modo autonomo e indipendente.

Ballare hip hop: risultati e benefici

Quando arriva il felice momento di mettere insieme tutto quello che si è imparato si può anche dare il via allo stile personale, forse il vero piacere dell’hip hop. È come per il monologo improvvisato di un bravo comico, che nasconde sì un grande talento ma è anche frutto di esperienza e lavoro duro.

In un’esibizione di hip hop, in cui una buona tecnica deve unirsi alla presenza scenica, ognuno avrà modo tirare fuori la propria personalità, esprimere se stesso. Anche i più timidi riusciranno a parlare attraverso il corpo per mezzo di quella grande amica che è la musica.

E poi, un po’ come avviene per tutte le attività sportive, ci sarà chi continuerà a ballare hip hop solo per mantenersi in forma e chi inizierà a praticarlo a livello agonistico. Esclusiva dei veri talenti sarà riuscire a coinvolgere il pubblico. Perché l’hip hop sa accendere non solo l’animo di chi lo fa ma anche di chi lo guarda.

Condividi l’articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su pinterest

Potrebbe interessarti anche...